Questa tecnica è uno dei principali strumenti di web marketing che consiste in forme pubblicitarie che sfruttano formati di banner diversi ospitati ad hoc in siti web.

Questi spazi sono standardizzati per dimensione sulla pagina web e possono contenere immagini, testo, loghi o Rich media (sinonimo di interactive multimedia), ossia tutto quell’insieme di media che combinano immagini, audio, animazioni per coinvolgere l’utente attivamente e farlo interagire con l’annucio pubblicitario.

L’obiettivo del display advertising è quello di creare Lead e migliorare la brand awareness e di conseguenza la brand identity dell’azienda creando traffico qualificato.

Ad oggi i maggiori player del settore sono Google AdWords e Facebook Ads che da soli rappresentano il 70% dell’intero mercato.

 

Come pianificare una campagna di Display advertising?

Come prima cosa bisogna sceglere il target a cui indirizzare la campagna, sceglendo i siti in cui pubblicizzare i messaggi. Si può decidere di pagare l’editore in base a:

  • tempo (si paga lo spazio per la permanenza sul sito di un determinato periodo di tempo);
  • Pay per impression (si paga per il numero di visualizzazioni);
  • Pay per click (si paga solo nel momento in cui l’utente clicca sul banner);
  • Pay per lead  (si paga solo se il contatto diventa poi un lead – conversione).

Perchè pianificare una campagna di questo tipo?

Questo tipo di promozione permette di raggiungere il proprio target ed i propri potenziali clienti grazie a questi punti di forza:

  • possibilità di scegliere molte variabili per indirizzare la campagna (sesso, età, posizione geografica, interessi…);
  • il messaggio può essere personalizzato in modo avanzato;
  • possibilità di monitorare la performance della campgna e misurare il ritorno (ROI).

You may also like